L’ex scuola di Roncolo riqualificata per ospitare la scuola di musica e l’orchestra giovanile

Una ex scuola elementare riqualificata per trasformarla in un punto di attrazione per attività culturali, musicali e di aggregazione. Un piccolo edificio che rivive per ritornare alla vocazione per cui era nato: formare i ragazzi attraverso l’installazione al suo interno delle sedi scuola di musica (Cepam) e dell’orchestra giovanile “Futuro in musica”. Il tutto pensato e progettato in sinergia dallo sportello Informagiovani/infolavoro, dalle realtà giovanili del territorio e “Roncolo Insieme”: associazione della frazione castellese, che da 20 anni organizza eventi rivolti a tutte le fasce di età.

Questi gli ingredienti principali del progetto “Piazza delle Stelle”, con cui l’Unione Colline Matildiche ha partecipato al bando regionale destinato alla “qualificazione di spazi di aggregazione giovanile”.  Costo dell’intervento: 80mila euro.

La bontà del progetto è stata riconosciuta dalla Regione che, su 29 richieste di finanziamento pervenute da tutta l’Emilia-Romagna, lo ha classificato al 4° posto, assegnandogli un finanziamento di 52mila euro.

Concretamente l’intervento prevede la ristrutturazione dell’ex scuola elementare di Roncolo, nata nel secolo scorso, e che oggi è adibita a sede di “Roncolo insieme”. L’edificio è collocato all’interno di uno spazio pubblico in cui sono presenti un parco giochi, una pista da basket e calcetto e un’arena spettacoli chiamata “Piazza delle stelle”, da cui ha avuto il nome il progetto. Le opere di riqualificazione riguarderanno sia l’interno che gli spazi esterni. L’obiettivo è dare risposta all’esigenza del territorio di avere spazi dedicarti alla creatività musicale, alla realizzazione di spettacoli all’aperto e di promozione delle passioni giovanili.

La riqualificazione permetterà sia all’orchestra giovanile, alla scuola di musica e ad altre realtà del territorio (istituto scolastico e gruppi informali) di avere a disposizione uno spazio adeguato per suonare insieme, sia all’interno, che all’aria aperta.

La coprogettazione è iniziata in gennaio e ha coinvolto gli operatori dell’Informagiovani, dell’orchestra e del Cepam. La seconda fase ha previsto la condivisione con l’amministrazione comunale della possibilità di realizzare l’intervento. Ad oggi, è stato approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica da parte della giunta di Quattro Castella e i ragazzi dell’orchestra sono stati investiti del compito di accompagnare i tecnici comunali nella definizione del progetto, coinvolgendo per l’area esterna, anche l’associazione Roncolo Insieme.

 

“La cultura come espressione dei giovani è una questione di libertà. La rete delle opportunità per tutti i giovani dell’Unione Colline Matildiche si arricchisce di un punto di riferimento dedicato ai linguaggi musicali – spiega il sindaco di Quattro Castella Alberto Olmi – Consideriamo i giovani capaci di alimentare l’offerta culturale e di collaborare con le associazioni più consolidate per contribuire ad animare il territorio locale. Dedichiamo questo spazio alla libertà dei giovani per affidargli il potere di ricostruire la nostra comunità con i linguaggi della musica e della cultura”.