“Rottamazione” delle ingiunzioni fiscali emesse fino al 31/12/2016

Ammessa la possibilità per i cittadini di aderire alla cosiddetta “rottamazione” delle ingiunzioni fiscali emesse fino al 31/12/2016, ai sensi dell’art. 6-ter, D.L.  n. 193/2016 (delibera consiliare n.  5 del 31.1.2017).

 

Ciò permette, concordando un piano di rientro fino ad un massimo di cinque rate, pagabili entro il 30 settembre 2018, di chiudere:

·         senza pagare le sanzioni (circa un 30%) le pendenze relative ad avvisi di accertamento tributari (ICI/IMU/TASI/TARI/TARES/TARSU);

·         senza pagare gli interessi, compresi la maggiorazione cui all'art. 27, comma 6, legge n. 689/1981, le pendenze relative alle sanzioni stradali;

 

Contattando l’Ufficio “Gestione crediti” (0522/590216-0522/590219- gestionecrediti@collinematildiche.it), possono essere verificate le posizioni in essere per trovare una soluzione condivisa che ne consenta la chiusura, alle condizioni agevolate: uno “sportello d’ascolto” è, infatti, disposizione dei debitori, per fornire assistenza studiando insieme percorsi di rientro “su misura”.

 

La domanda per accedere alla rottamazione dovrà essere inoltrata a questa Unione (che si occupa, tra l’altro, della riscossione coattiva dei crediti dei Comuni di Albinea, Quattro Castella e Vezzano sul Crostolo), entro il 31 marzo 2017, utilizzando l’apposito modulo.

AllegatoDimensione
modulo_istanza_adesione_rottamazione.doc79 KB